Che viaggio!

kerovolo
Devo dire che i primi viaggi in aereo non mi davano cosi noia, anzi il primo fù entusiasmante! Poi pian piano, ma nemmeno così piano, salire su quella lattina volante non mi faceva per niente stare tranquillo, anzi, no per nulla. Mille volte meglio a piedi, o meglio … nello zaino di Marina. Il Giappone, si sà, è la mia prima patria; è lì che sono stato “adottato”, e quindi mi fa sempre molto piacere ritornare, ma salire su quella salsiccia con le ali mi provoca sempre molta ansia.
Quello che vedete nella foto in alto è Lio, mio fratello, contento di mostrare un libretto come quelli che si trovano sugli aerei, dove spiegano cosa fare in caso di emergenza, qualche cosa che difficilmente potrebbe salvarci la vita in caso di “incidente”.
Comunque … che viaggione!
Ho anche alcune foto di me che vorrei mostrare. Ci sono quelle della mia funivia; un pò pericolosa anche quella, ma almeno divertente! Poi alcune nel bosco e forse al lago. Sono ancora più logorato di prima ma almeno ne vale la pena! A presto!

Annunci

Chi mi ha adottato?

P1000522
E’ lei, Marina. Questa foto risale a quando ci eravamo appena conosciuti, eravamo entrambi più giovani di qualche anno. Lei è migliorata, io peggiorato purtroppo. Vedete che bel collo sano avevo? La testa era sempre dritta e guardavo sempre avanti. Ora, a forza di essere preso per il collo e sbatacchiato, il collo si è … come dire, un pò allascato, allentato, ha perso tonicità, insomma.
Ora guardo quasi sempre in alto, a meno che qualche buon anima gentile, che passi nei paraggi, non se ne avveda e non mi raddrizzi il collo. Beh, comunque poco male in fondo, ora passo molto più tempo a guardare le stelle. Anzi lo consiglio anche a voi, fatevi sbatacchiare per un pò di qua e li da, presi per il collo, dopo probabilmente mi ringrazierete.

Sto imparando il piano

Kero e il pianoforte
Ho deciso di imparare a suonare il pianoforte. Me l’hanno regalato ed ora ci sto provando. Trovo strano però che ancora non riesca ad emettere alcun suono, sembra fatto di cartone. Mah, comunque ho intensione di insistere, non voglio arrendermi subito e poi mi ci sento portato.